Vatican Library

We wish to inform you that on Monday, Dec. 18th, 2017, the Library will open at 10am.

Highlights

Print

La nuova pianta della città del Vaticano

Una pianta artistica, disegnata e incisa, poi stampata a mano secondo i procedimenti calcografici tradizionali, realizzata dalla Biblioteca Apostolica Vaticana nel corso del 2007.

Lo spunto è venuto dall’ormai prossima celebrazione degli ottant’anni della fondazione dello Stato della Città del Vaticano (1929-2009) ed anche dal fatto che nel 2007 ricorreva il centocinquantesimo anniversario della nascita di papa Pio XI (31 maggio 1857), promotore dello Stato Vaticano.
Del resto, la Biblioteca, in occasione del Grande Giubileo del Duemila, aveva promosso l’iniziativa di una “nuova” pianta calcografica della città di Roma: una pianta artistica ma aggiornata con le modifiche urbanistiche e topografiche della fine del Millennio: la Forma Vrbis Romae. Pianta Monumentale di Roma per il Grande Giubileo dell’Anno Duemila.

Lo straordinario successo ottenuto dalla pianta (acquistata dalle maggiori Istituzioni pubbliche italiane e internazionali) ha indotto a pensare alla realizzazione di una nuova creazione artistica, che segua questa tradizione ma che sia ancora più specifica del Vaticano.
Un’opera di dimensioni minori, ma forse ancora più ambiziosa: una pianta che illustri la Civitas Vaticana, la “città vaticana” nel suo complesso e nel suo aspetto odierno, che sia al tempo stesso un prodotto artistico originale e che illustri questa particolarissima “città”, luogo di fede ma anche di lavoro e vita.

L’impostazione dell’opera, che vuole essere innanzitutto un prodotto godibile esteticamente, è stata affidata al Maestro Pierluigi Isola, un artista che vanta una lunga esperienza in campo vedutistico e paesistico e che è sembrato il più idoneo a rendere l’archetipo di questa città così particolare e la sua speciale natura. La ricca e complessa elaborazione inventiva di Isola, caratterizzata anche da frequenti riferimenti simbolici alla tradizione pittorica e grafica dei secoli precedenti, ha condotto a risultati di estrema originalità senza per questo abbandonare la tradizione figurativa.

Nella parte alta dell’immagine l’artista ha presentato una stretta veduta raffigurante la cupola della Basilica di San Pietro e uno scorcio dei celebri giardini vaticani. In questo paesaggio ha voluto simbolicamente rappresentare la figura di papa Pio XI, il cui stemma si trova scolpito su un cippo marmoreo – quale omaggio al “fondatore” della Città del Vaticano nel 1929 –, che suggerisce una fondazione “sulla roccia”.
Nella parte bassa Isola ha rappresentato ugualmente un’immagine allungata dove l’impianto vedutistico ha lasciato il campo a una raffigurazione più complessa e simbolica. Un’ampia pietra con lo stemma del Pontefice regnante, Sua Santità Benedetto XVI, ferma il foglio, lo fissa al resto della composizione, alludendo alla funzione del Pontefice di condurre e rendere stabile la Chiesa Romana e la sua Città-Stato.

Il disegno a matita di Pierluigi Isola è stato tradotto graficamente dagli incisori Patrizio Di Sciullo e Giuseppe Greco, professionisti che vantano numerose committenze vaticane. La pianta è stata incisa su rame ad acquaforte e bulino. Essa è quindi un prezioso prodotto calcografico, stampato in tiratura limitata (330 esemplari soltanto) e accompagnato da un ampio fascicolo di spiegazione, che permette di offrire una visione d’insieme dell’opera, dal punto di vista storico, artistico e tecnico.

Il Comitato scientifico della pianta è composto dai due Cardinali Bibliotecari (S.Em.za il Card. Jean-Louis Tauran, e S.Em.za il Card. Raffaele Farina), dal Segretario Generale del Governatorato S.E. Mons. Renato Boccardo, dal Prefetto della Biblioteca Mons. Cesare Pasini, dal Vice Prefetto della stessa Prof. Ambrogio M. Piazzoni, dal Direttore del Dipartimento degli Stampati Dott. Adalbert Roth e dalla Dott.ssa Barbara Jatta, Responsabile del Gabinetto delle Stampe della Biblioteca e curatrice dell’iniziativa.
Il disegno preparatorio per la pianta è stato presentato a Sua Santità Benedetto XVI il 25 giugno 2007, in occasione della sua prima “visita ufficiale” alla Biblioteca Apostolica. La dedica al Pontefice, inserita in un cartiglio in primo piano, lo invita a sostenere le lettere, le scienze, la storia, le arti e la cultura, e a prendersi cura della Biblioteca.

Il 25 gennaio 2008 è stata offerta a Sua Santità la prima copia dell’incisione in occasione di un’udienza privata.
Il Pontefice ha apprezzato l’iniziativa, complimentandosi con i promotori, e ha anche comunicato che l’opera verrà utilizzata quale omaggio in occasioni ufficiali. Un esemplare della Civitas Vaticana è stato portato nella visita ufficiale che il Santo Padre ha svolto nei giorni 15-21 aprile 2008 negli Stati Uniti, ed è stato donato all’O.N.U.

Contatti e riferimenti

Per ulteriori informazioni sulla CIVITAS VATICANA e per le modalità di acquisto:

Ufficio Economato della Biblioteca Apostolica Vaticana
Cortile del Belvedere
00120 Città del Vaticano

Tel: +39/06698.79488
Fax: +39/06698.84795
E-mail: Contatta per email

  • English 
    Italian 
Vatican Library - Cortile del Belvedere - V-00120 Vatican CityCookie Policy